La frutta...dolce dono della Natura...

30.06.2020

La FRUTTA è un dolce dono della natura, goloso e prelibato...

La stagione estiva ne offre tanta e svariata:

Giugno: albicocche,ciliegie,fragole,limoni,mirtilli,nespole,pesche,ribes,susine

Luglio:albicocche,angurie,ciliegie,fichi,fragole,lamponi,limoni,meloni,mirtilli,pere,pesche,ribes,susine

Agosto: albicocche,angurie,fichi,fragole,lamponi,mele,meloni,mirtilli,pere,pesche,pistacchi,ribes,susine,uva

Settembre: datteri,fichi d'india, fichi,giuggiole,melagrane,mele,mirtilli,meloni,pesche,pere,pistacchi,ribes,susine,uva.

Chimicamente la frutta varia a seconda del tipo e della maturazione:

- fra l'80% e il 95% è composta di acqua (anguria ne ha di più)

- contiene carboidrati (fruttosio, saccarosio e glucosio) tra il 5% ed il 20%, la meno zuccherina sono il limone e i frutti di bosco, la più ricca di zuccheri la banana.  Una curiosità è che la frutta acerba cioè non ancora a maturazione contiene amido che poi con la maturazione si trasforma in zucchero semplice, più digeribile (consiglio pertanto di consumare la frutta matura)

- fibra 2% (pectina è fibra solubile con proprietà antinfiammatorie e di rinforzo sistema immunitario e emicellulosa) presente soprattutto nella buccia (da evitare o almeno lavare bene in caso di frutta trattata)

- vitamine: A (carotenoidi, tipo zucca,susine e albicocche); C (agrumi,fragole e kiwi); 

- sali minerali (potassio,magnesio,calcio,ferro...ecc.)

- grassi e proteine irrilevanti (frutta che ne contiene avocado 16% e cocco 30%)

- calorie: dipendono dalla concentrazione di zuccheri

- acidi: acido malico (mele), citrico (agrumi), tartarico (uve)

- enzimi

- antiossidanti

- aromi caratteristici

L'importanza della stagionalità della frutta è da considerare poiché ha innumerevoli vantaggi sia la la freschezza, la genuinità e l'economia...ricordiamoci che la natura infonde ai suoi frutti il massimo dell'energia e delle sostanze nutritive in base alla stagione. Evitare pertanto frutti esotici e non stagionali, quelli trattati chimicamente (pesticidi, insetticidi ecc.), ideale quelli coltivati biodinamicamente.

Consiglio di eseguire il lavaggio semplicemente con acqua e bicarbonato.

E' da consumare in modo adeguato senza eccedere (ricordo che contiene zuccheri), idealmente al mattino per colazione o merenda, lontana dai pasti in modo da evitare spiacevole fermentazioni intestinali.  Se intenderemo abbinarla ad altri alimenti, bene con le proteine, verdure e frutta secca. 

Evitare i mescolamenti tipo le macedonie per la diversità del pH dei vari tipi di frutta.

Eludere la frutta conservata, i preparati, succhi industriali...

Apprezziamo e rispettiamo la Natura....

Naturalmente Ciao.

dott.ssa Da Ros Elisabetta