Camminare a piedi nudi....virtu' e benefici

14.07.2020

Codesto è un argomento particolare, semplice da fare soprattutto nella stagione estiva.  Camminare a piedi nudi o semplicemente stare a contatto con la pianta dei piedi libera a contatto con la superficie terrestre è una pratica semplice e facile da attuare.

Il principio del benessere di tale tecnica è che ricaviamo nutrimento elettrico dalla terra, una modalità completamente naturale per promuovere il benessere e la salute, a portata di tutti e a costo zero.

La Terra è un campo elettrico e anche noi esseri viventi siamo bioelettrici, e toccando direttamente il suolo, instaureremo un contatto tra il terreno e la nostra pelle che è un eccellente conduttore di elettricità.

In questo modo assorbiremo nell'organismo un flusso costante di elettroni liberi che aiuteranno il nostro benessere ed equilibrio; verrà ristabilizzato equilibrio energetico neutralizzando accumuli di potenziale, veicolando così la messa a terra.

I principali benefici sono:

Neutralizzazione radicali liberi e riduzione infiammazioni croniche

ricarica di energia

migliore qualità sonno

effetto calmante e rigenerante

antistress

disintossicazione

fluidificazione sangue, regolazione pressione e zuccheri ematici (attenzione a chi usa farmaci fluidificanti)

Il modo più facile e semplice per entrare in contatto con la terra sta pertanto ad uscire a piedi nudi ed avventurarsi all'aperto ovviamente quando le condizioni lo consentiranno.

Attività da applicare per 30 minuti, ma qualsiasi intervallo è benefico.

le opportunità per connettersi ed armonizzarsi all'energia amorevole della nostra ''madre terra'' sono tante:

- superfici conduttrici di elettricità (adatte) cioè che consentono alla corrente di fluire sono: erba (meglio umida, magari con la rugiada), terra nuda, orto, giardino, pietra, roccia, sassi, sabbia, bagna asciuga di mare, lago, fiume, cemento o mattone grezzi che non abbiano vernice o sigilli

- superfici che non conducono elettricità, pertanto (inadatte) per il contatto a piedi nudi (asfalto, vinile, catrame, legno, gomma e plastica).

Ottimo anche il contatto a piedi nudi da fermi o sdraiati.

Con la stagione fredda, tale disciplina sarà possibile calzando scarpe conduttrici (cuoio o apposite) o stare a contatto a casa ove ci sono piastrelle o materiali similari.  

La Natura sorprende sempre...rispettiamola ed amiamola.

Naturalmente ciao.

dott.ssa da Ros Elisabetta