Lenticchie: buone, sane e benevole...

28.12.2020

Le lenticchie sono delle leguminose originarie dell'antica Babilonia (attuale Siria e Iraq), apprezzate soprattutto nei paesi mediterranei.  La parte commestibile sono i semi all'interno dei baccelli. 

L'usanza di mangiare lenticchie a Capodanno risale all'epoca romana, come buon auspicio per l'anno nuovo, con il regalare la borsa porta monete colma di lenticchie. 

Molto nutrienti, 100 gr = 300 Kcal, di cui 23 gr proteine, 51 gr carboidrati, 1 gr grassi, 14 gr fibre (emicellulosa, pectina, cellulosa e lignina utili per funzionalità intestino), 11 gr acqua, abbondano di minerali (ferro, fosforo, calcio, magnesio e potassio), vitamine (B3, B1, A, C, acido folico e antiossidanti).

Essendo legumi, contengono antinutrizionali nella buccia che potrà creare meteorismo: consiglio di setacciarle al passaverdura e abbinarle con il finocchio che aiuta l'assorbimento dei gas intestinali e la digestione. Valide per il controllo glicemico.  Ottime abbinate ai piatti proteici.

Sono da preparare ammollate in acqua fredda, e poi cotte (ideale cottura con la pentola pressione al minimo).  Ottime sia in versione zuppa, vellutata o asciutte.

 Ricetta Zuppa di lenticchie: cucinare le lenticchie precedentemente ammollate in acqua fredda con finocchio fresco e carote tagliate a pezzetti piccoli, aggiungere poco sale marino integrale, Poi condire a crudo con curcuma, erba cipollina e olio extravergine di oliva.

Augurissimi di lieto fine anno e splendido Anno Nuovo.

Naturalmente ciao.

dott.ssa Da Ros Elisabetta

www.radioallegria.it


www.naturopatiaconilcuore.it